Suicida per video Hard: 20 mila euro di multa

0

Condannata a pagare 20 mila euro di spese legali, si suicida per video hard!

Tiziana Cantone, questo il nome della ragazza di 31 anni che si è suicidata dopo che alcuni filmati hard sotto finiti su internet. Nonostante avesse già ottenuto la cancellazione de filmati, era stata condannata a rimborsare una somma di circa 20 mila euro a 5 siti coinvolti, per le spese legali.

Il legale della vittima afferma che è stata “vittima di un uso distorto di internet”, risponde con il silenzio L’avvocato Manzillo, legale di Tiziana Cantone.

Tuttavia, nonostante il suicidio, la madre della vittima è “condannata a pagare“, questo infatti secondo la madre è stato il motivo che ha fatto scaturire l’idea suicida della figlia. Nel frattempo gli amici destinatari del video sono stati ascoltati come “persone informate sui fatti.

Anche Facebook esprime il suo cordoglio, affermando che la piattaforma non ha visto pubblicato il video in nessuna bacheca degli utenti ed hanno provveduto a bloccare eventuali contenuti secondo le autorizzazioni delle autorità italiane.

 

About Author