Ripple, il pagamento più rapido ed economico

0

Ripple: la nuova moneta per le banche

L’azienda Ripple di San Francisco da 6 anni ormai ha come missione principale quella di inserire, e quindi rivoluzionare, un nuovo sistema per le transazioni finanziarie attraverso la rete “Internet di valore”, che consente cioè di scambiare valore alla stessa velocità con cui si scambiano le informazioni nel web. La società, attraverso la tecnologia blockchain intende creare un circuito di pagamenti elettronici a livello globale per il settore bancario, diventando così il Bitcoin delle banche. Vuole cioè ovviare al problema che i pagamenti da un paese all’altro sono troppo cari e non sempre affidabili.

La Ripple si trova però a scontrarsi con i principali istituti di credito che non sono pronti ancora a questa grande svolta. Tramite le reti bancarie si muovono ogni giorno oltre 76 miliardi di dollari, tra bonifici e versamenti.

Negli ultimi 5 mesi (da settembre ad oggi) i fondatori e dirigenti di Ripple sono stati resi miliardari (virtualmente) dai forti rialzi che ha avuto il prezzo della loro criptovaluta (XRP, così si chiamano i token di Ripple), molto più di quando è successo a Bitcoin e Ether, i suoi diretti rivali.

Gli XRP hanno il grande vantaggio, rispetto alla rivali, di avere la chiara capacità di aiutare le banche a trasferire denaro in maniera più economica e rapida, in particolar modo quando i bonifici vengono effettuati da un paese all’altro. Il tutto attraverso la loro piattaforma Ripplenet.

XRP e le banche

Però bisogna ancora fare i conti con il fatto che le banche difficilmente accettano l’idea di dover usare per i pagamenti XRP. Tutto ciò ha portato ad un rialzo nel mercato mondiale della criptovaluta Ripple. Ancora bisogna fare molta strada affinchè le banche si convincino ad utilizzare queste “monete” per effettuare i pagamenti.

Approfondimenti:

cosa è ripple e come acquistarli

Alternative ai bitcoin

About Author

Leave A Reply