Perché non riesco a perdere peso? 

0

Avete seguito diverse diete, consultato un nutrizionista e svolto molteplici tipi di esercizi eppure vi trovate regolarmente davanti allo specchio senza vedere risultati e a chiedervi: Perché non riesco a dimagrire? In questa guida cercheremo di rispondere a questa domanda e ad altre come, a che cosa sono dovute queste difficoltà nel perdere peso e come poter cambiare la situazione.

La causa del proprio problema può nascondersi ad esempio dietro la genetica o dietro certe abitudini poco sane; chissà, forse i colpevoli sono gli ormoni. È il momento di trovare una soluzione per non continuare a provare diete o esercizi che non servono a niente e che si traducono in frustrazione, depressione, ira, angoscia e altri sentimenti simili.

Analisi del problema

Prima di passare all’azione però, dovete scoprire se avete realmente un problema. Valutate le caratteristiche personali al fine di conoscere meglio il vostro metabolismo. Il metabolismo influisce moltissimo sulla nostra forma fisica, ma non tutti funzionano allo stesso modo, anzi, in alcuni casi, potrebbero esserci dei fattori esterni che remano contro come per esempio:

L’assunzione di qualche farmaco come antidepressivi, antidiabetici, antipertensivi, steroidi o antiepilettici

Si può soffrire di qualche patologia o condizione come pressione alta, zucchero nel sangue elevato o livelli dei trigliceridi superiori al normale

Per esempio, i farmaci che abbiamo indicato prima possono favorire un aumento di peso o non permettere che si perdano chili a seconda dell’attività fisica o della dieta che si segue. In questi casi, bisogna sempre fare affidamento ad uno specialista. Dall’altro lato bisogna prendere in considerazione la tanto conosciuta e a volte problematica tiroideMolte persone si rendono conto di avere problemi con questa ghiandola, perché non riescono a perdere peso oppure perché ne perdono troppo senza fare niente.

Se la vostra tiroide non è equilibrata, allora potreste presentare altri sintomi come intolleranza al freddo, fatica, stitichezza, capelli sfibrati e cattiva memoria. Se sospettate che questa possa essere la causa dei vostri problemi a dimagrire o se esistono casi precedenti in famiglia, il nostro suggerimento è quello di sottoporsi a un check-up di routine per valutare la situazione.

Infine, esiste quella che viene denominata sindrome metabolica, molto frequente, e che interferisce sulla capacità del corpo di migliorare o di regolare i livelli di zucchero del sangue, risultando in un immagazzinamento di più grassi del previsto.

Tuttavia, non bisogna prendere in considerazione solo questo sintomo, ma anche se si ha più grasso sull’addome che in ogni altra parte del corpo o se i trigliceridi sono molto elevati. Bisogna fare attenzione alla pressione arteriosa. La genetica ha molto a che vedere con questo tema, quindi non esitate a consultare un medico.

Proseguendo, dobbiamo ricordare che esiste una condizione che non permette alle donne di perdere peso, e questa condizione si chiama estrogeni. Per esempio, se si è assunta la pillola anticoncezionale o se si sta seguendo una terapia ormonale sostitutiva, il proprio corpo potrebbe aver prodotto più estrogeni con conseguente facilità nell’accumulare grassi sui fianchi e sulle cosce.

Altri sintomi sono: cambiamenti dello stato d’animo, sudorazione eccessiva, secchezza nella zona vaginale o sensibilità al seno.

Soluzioni e rimedi

Una volta stabilita la ragione per la quale non si riesce a perdere peso, è il momento di mettere in atto un piano per invertire la situazione.

Per problemi alla tiroide

Oltre ad assumere i farmaci adeguati, prescritti dal medico, è fondamentale che si riduca il consumo calorico, quindi si dovranno mangiare fibre, evitare gli alimenti raffinati ed elaborati, preferire le carni magre, mangiare alimenti ricchi di iodio, aumentare l’attività fisica e tenere sotto controllo lo stress.

Per la sindrome metabolica

Per risolvere questo problema è importante diminuire l’assunzione di prodotti raffinati o elaborati, consumare maggiori quantità di fibre, fare mezz’ora di attività fisica ogni giorno per almeno cinque giorni alla settimana, smettere di fumare, controllare il consumo di alcol, ridurre lo stress e assumere i farmaci prescritti dal medico. È molto importante anche misurare periodicamente la pressione arteriosa e i livelli di colesterolo, trigliceridi e zucchero nel sangue.

Per inconvenienti con gli estrogeni

Per questa ultima problematica è necessario aumentare il consumo di fibre, consumare legumi e derivati, possibilmente biologici, ingerire un multivitaminico naturale ogni giorno e fare attività fisica aerobica da moderata a intensa almeno due volte a settimana, magari completandola con dei pesi per tonificare i muscoli.

Seguite i nostri suggerimenti e dopo essere stati dal vostro dottore per una diagnosi più completa vedrete che perdere peso non sarà più un traguardo irraggiungibile.

About Author