Criptovalute: le alternative al Bitcoin

0

Ogni giorno si parla sempre più di Bitcoin e di criptovalute. Il bitcoin nato dall’iniziativa di Satoshi Nakamoto (pseudonimo) è stata la prima valuta “virtuale” che ha introdotto il sistema della “blockchain”.

Dopo la sua nascita sono nate tantissime criptovalute, le più conosciute che citiamo sono Ethereum, considerato come l’alternativa principale a Bitcoin. A seguire Ripple, la moneta virtuale apprezzata anche dalle istituzioni finanziarie. Con Ripple si possono scambiare le valute senza nessun limite ed il livello di sicurezza garantito è maggiore rispetto a quello dei Bitcoin.

Altra valuta digitale relativa all’Internet of Thins è IOTA, nata come moneta di scambio per le transazioni anonime e senza costi aggiuntivi. La sua caratteristica è che l’infrastruttura è completamente diversa da quella del Bitcoin, e non prevede la blockchain.

Poi esistono i Litecoin, la criptovaluta “leggera” per antonomasia. Sono infatti una versione light del bitcoin con i quali condividono buona parte dalla loro infrastruttura. Il punto forte? Le transazioni sono processate in meno nella metà del tempo rispetto ai Bitcoin.

Classifiche delle migliori criptovalute in crescita nell’ultimo anno

La moneta digitale che più ha guadagnato nell’ultimo anno è Ripple con un +36,018%, con valore attuale di circa 2,31 dollari.

La seconda criptovaluta è NEM con un aumento del 29,842%, con valore attuale di circa 1 dollaro.

La terza moneta digitale in crescita è Stellar con un +14.441% e valore attuale di circa 50 centesimi.

La quarta è Dash con un aumento del 9.265% e con valore attuale di 1.140 dollari.

Il trend è seguito seppur con una crescita minore delle altre ma maggiore rispetto al bitcoin, dalle criptovalute Ethereum (+9%), Litecoin (+5%), Cardano (+2.782%) e Bitcoin Cash(+513%).

Voi avete già acquistato le criptovalute? Quali di queste vi hanno convinto di più?

 

About Author