Report di EY: La criptovaluta fa molta gola agli hacker

0

La cripto valuta fa molto gola agli hacker, tanto che ne stanno rubando a man bassa. Bitcoin, Ethereum, Ripple, Bitcoin Cash e così via non attirano solo l’attenzione dei normali utenti ed aziende, ma anche dei malintenzionati, i quali stanno mettendo a punto sofisticate tecniche per appropriarsene.

Questo quanto emerso da un rapporto dell’EY, che evidenzia come gli hacker si siano appropriati del 14 per cento se non di più dell’ICO, le Initial Coin Offering. In 372 “blitz” conteggiati sarebbero spariti nel nulla all’incirca 400.000.000 di dollari. Ma la cifra sarebbe ancora più astronomica.

Infatti, in un arco temporale di un decennio sarebbero stati rubati Ether e Bitcoin per oltre 1 miliardo e 200mila bigliettoni verdi, in base a quanto reso noto dal Manager della strategia FinTech alla Autonomous Research LLP, Lex Sokolin.

Se c’è chi piange per il danno subito, c’è anche chi si sfrega le mani per un nuovo business in espansione e sono le aziende specializzate nella sicurezza informatica, dove ferve l’attività per trovare delle soluzioni efficaci per contrastare questo spiacevole fenomeno. Sokolin ha sottolineato che tra 2 lustri la tecnologia che si trova alla base del Bitcoin e delle sue sorelle è destinato a diventare sempre più vulnerabile visto che vi potrebbero essere anche attacchi sferrati ricorrendo a computer quantistici.

Il CEO di WinterGreen Research, Susan Eustis, da parte sua ha detto come sia a rischio hacker anche il decentralizzato sistema della tecnologia blockchain, sistema sul quale asset criptografici e criptovalute si basano. Ed è questa la ragione per la quale chi sviluppa la moneta virtuale sta tentando di porre rimedio ai bug sulla sicurezza.

 

approfondimenti:

criptovalute alternative al bitcoin

About Author

Leave A Reply