Cos’è il bruxismo

0

Il bruxismo è una patologia del cavo orale che interessa i denti e la mandibola. Non tutti sanno che l’origine etimologica del termine è greca e significa proprio “digrignare i denti”. Chi soffre di bruxismo difatti contrae con forza i muscoli della mandibola normalmente implicati nella masticazione.

Tuttavia questo movimento è del tutto involontario e, non essendo diretto ad uno scopo specifico, viene definito come para-funzione, ovvero una funzione non tipica della bocca e del cavo orale. Ne sono un esempio il mangiare le unghie (onicofagia) o la stessa masticazione della gomma americana).

Bruxismo: quando si manifesta

Il bruxismo si manifesta soprattutto nel corso della notte, quando la persona dorme, e questo rende molto difficile poter fare una diagnosi tempestiva che possa limitare i danni alla dentatura. Tale patologia interessa l’arcata superiore, l’arcata inferiore e i denti, i quali vengono serrati con forza e quindi sottoposti ad un livello di sollecitazione particolarmente intenso.

 

Bruxismo: Segnali e sintomi

Dal momento che il bruxismo si manifesta in modo involontario durante il sonno, l’unico indizio che potrebbe allarmare la persona e indurla a chiedere una consulenza specialistica, è la tipica sensazione al mattino di indolenzimento e a volte di vero e proprio dolore, a livello dell’intera mandibola.

In altri casi è la stessa persona che dorme accanto al paziente ad accorgersene, perché il digrignamento procura un leggero rumore causato proprio dallo sfregamento della dentatura. In alcune situazioni, in assenza di entrambi questi elementi, è il dentista che nel corso di una visita di controllo segnala la presenza di un’usura anomala dello smalto dei denti.

Questa erosione, a lungo andare, facilita la formazione della carie portando in alcuni casi all’emersione della dentina, il tessuto osseo del dente. Lo sfregamento continuo, nelle situazioni più gravi, potrebbe produrre anche un danneggiamento dell’osso alveolare, accompagnato allo scollamento delle gengive. Altri sintomi molto comuni che possono manifestarsi nel bruxismo sono: cefalea, bocca secca, sensazione di bruciore alla lingua, dolore a livello dei muscoli cervicali o indolenzimento durante la masticazione.

Bruxismo nel sonno

Attraverso l’elettroencefalogramma è possibile individuare con chiarezza la comparsa del bruxismo durante il sonno. A volte si tratta di un fenomeno isolato di pochi secondi, altre volte la contrazione dei muscoli si ripete più volte nel corso della notte. In base all’analisi del tracciato, gli esperti hanno notato che il bruxismo interessa per lo più la seconda fase del sonno e solo in rarissimi casi anche la fase REM.

Bruxismo primario e secondario

Il bruxismo si distingue in due differenti forme, quello primario e quello secondario. Si parla di bruxismo primario quando il soggetto è sano e questa patologia è da ricondursi ad una condizione di stress e al corrispettivo bisogno di scaricare la tensione accumulata durante il giorno.

Il bruxismo secondario interessa invece tutti quei soggetti che seguono specifiche cure farmacologiche (come il trattamento con anti-psicotici o antidepressivi) o che abusano di sostanze stupefacenti.

Qualora il bruxismo dovesse permanere, così come l’usura dei denti stessi, c’è la possibilità che si vada incontro alla loro frattura o caduta, a fenomeni di eccessiva sensibilità al caldo e al freddo o persino ad una condizione di impossibilità ad aprire la bocca.

Cause del bruxismo

I fattori eziologici alla base del disturbo del bruxismo sono innanzitutto di tipo genetico, in quanto è stata riscontrata un’incidenza molto elevata tra membri di una stessa famiglia.

Oltre allo stress, sono causa di bruxismo anche le malformazioni a carico della mandibola, una postura scorretta, malocclusioni dentali (mancato allineamento tra le due arcate superiore e inferiore), alterazioni di tipo psicologico (tensione emotiva, stress, eccesso di aggressività).

Secondo gli studiosi non sono da trascurare il ruolo delle emozioni represse che potrebbero trovare una loro via di scarico proprio di notte mediante la contrazione serrata dei muscoli mandibolari.

Incidenza del bruxismo

Il bruxismo è una patologia del cavo orale molto diffusa, che interessa ad oggi dal cinque al venti per cento della popolazione, senza distinzioni di sesso, di età e di razza. Può pertanto colpire chiunque, dai più piccoli ai più grandi e in qualsiasi momento della vita.

Esistono varie tipologie di bruxismo, differenziate in base alla sintomatologia e alle loro caratteristiche: esiste una forma diurna (bruxismo statico diurno) che interessa all’incirca il venti per cento della popolazione e si basa sul semplice serrare i denti; se invece il disturbo si manifesta prevalentemente in fascia notturna, si parlerà di bruxismo statico notturno, patologia diffusa nel dieci per cento della popolazione.

Quando, oltre a serrare i denti, avviene anche un digrignamento, si parla nello specifico di bruxismo dinamico notturno, patologia con una prevalenza inferiore (pari all’incirca all’otto per cento).

Bruxismo e deglutizione spontanea

Ciascuno di noi, ogni quattro minuti deglutisce in maniera spontanea, sia quando si è svegli che quando si dorme. La deglutizione avviene quando le mandibole sono ben centrate e i denti sono allineati in base alla loro naturale conformazione.

Alcuni studi hanno provato ad ipotizzare che il bruxismo possa essere la conseguenza diretta del fenomeno di una deglutizione forzata. Quando infatti si dorme in una posizione scorretta (ad esempio supini o di lato), i muscoli del cavo orale devono compiere uno sforzo maggiore per assicurare la naturale deglutizione; nel fare questo è probabile che favoriscano il bruxismo, poiché i denti seguono i movimenti della mandibola.

Tuttavia ad oggi non si hanno ancora dati certi ed evidenze scientifiche per poter dimostrare una correlazione tra i due fenomeni, ma tale associazione deve ancora essere oggetto di ulteriori approfondimenti.

Rimedi contro il bruxismo

Ad oggi purtroppo non esistono rimedi specifici per risolvere completamente la problematica del bruxismo, ma si possono utilizzare i bite per ridurre i sintomi ed evitare spiacevoli conseguenze a livello del cavo orale.

I bite sono dei dispositivi mobili che vengono indossati durante la notte e vanno inseriti nell’arcata superiore dei denti. Grazie alla loro conformazione evitano il contatto e lo sfregamento dei denti, proteggendone lo smalto.

I bite riescono inoltre a favorire una riduzione delle tensioni a carico di mandibola e arcate, ricollocando i denti nel giusto allineamento. Tuttavia è bene fare una precisazione: qualora il bruxismo sia di natura secondaria e conseguente quindi ad una condizione specifica, sarà sufficiente risolvere la problematica alla base che ne ha determinato la comparsa. Ad esempio nel caso in cui la causa sia di natura emotiva e psicologica, sono consigliati percorsi di training autogeno e di rilassamento, che aiutino la persona a gestire in maniera più sana lo stress e le tensioni ad esso correlate.

Più venduti - Posizione n. 1
4 x OzDenta Bite Dentale Notturno Automodellante anti Russamento, Bruxismo, Digrignare i denti e disturbi dell'ATM - VA25
  • -PATENTE n. 002701359 - Design sottile brevettato, il bite notturno più semplice da indossare senza sentirlo ingombrante, appositamente progettato per il bruxismo e i problemi dell'articolazione mandibolare. Rilassa i muscoli della mascella, allevia tutti i problemi che il bruxismo può causare all'organismo, quali: dolore dei muscoli facciali, spasmi, dolori del collo e articolari, insonnia, dolori alle spalle, mal di testa.
  • -Contenuto della confezione: 4 bite dentali (ciascuno può essere utilizzato sull'arcata dentale superiore o inferiore), istruzioni per la modellatura, 2 custodie.
  • -Può essere adattato per una ampia varietà di allineamenti dei denti e conformazioni della bocca per un comfort ottimale. La regolazione soggettiva può essere effettuata dai pazienti stessi, utilizzando acqua calda per ammorbidirlo e modellandolo intorno ai denti con la pressione delle dita.
  • -Ciascun dispositivo dura 24 mesi o più con l'uso quotidiano. Prodotto in Unione Europea. Raccomandato dai dentisti, materiale di qualità dentale, certificato CE, dispositivo medico di Classe 1.
  • -Più confortevole di notte con risultati immediati. Secondo i clienti che hanno utilizzato il bite OzDenta durante la notte, è stato possibile osservare che li ha aiutati ad avere un riposo migliore, alleviando il russare.
OffertaPiù venduti - Posizione n. 2
Doctor Bite Pro - Bite automodellante per combattere il Bruxismo (Trasparente)
  • Bite Automodellante per l'arcata superiore. Comfort garantito grazie al suo spessore ridotto e il suo design ergonomico.
  • Migliora la respirazione notturna, rilassa i muscoli del viso e aiuta ad alleviare i sintomi di bruxismo come dolore al collo, insonnia, usura dei denti, emicrania e dolore alla spalla.
  • La durata minima di ogni dispositivo con l'uso quotidiano è di 2 anni. Prodotto esclusivamente in Italia con materiali di alta qualità ( EVA ), certificato come dispositivo medico CE.
  • Carta colorometrica in omaggio per facilitare il controllo della temperatura dell'acqua permettendo di nonbruciarsi la bocca durante la modalità di termoregolazione.
  • Adatto per uomini e donne e bambini sopra i 12 anni di età. Scatola porta Bite inclusa nella confezione.
OffertaPiù venduti - Posizione n. 3
Dispositivo Anti Russamento, Bite Dentale Automodellante per Bruxismo, notturno automodellante russare protezione denti
  • 1. Ti piacerebbe fermare la stanchezza drenante, la mancanza di sonno, le mal di testa e la mascella dolorante causata dai denti macinati? Migliora il tuo rapporto attraverso una migliore salute? Le nostre Bite Dentale Automodellante per Bruxismo offrono la soluzione perfetta per il bite bruxismo diurno.
  • 2. Bite dentale contro il Bruxismo notturno & russamento eliminare il fastidioso russamento notturno. Rilassa i muscoli della mascella, allevia tutti i problemi che il bruxismo può causare all'organismo, quali: dolore dei muscoli facciali, spasmi, dolori del collo e articolari, insonnia, dolori alle spalle, mal di testa.
  • 3. Può essere adattato per un'a ampia varietà di allineamenti dei denti, dimensioni dei denti e conformazioni della bocca per un comfort ottimale. La regolazione soggettiva può essere effettuata dai pazienti stessi, utilizzando acqua calda per ammorbidirlo e modellandolo intorno ai denti con la pressione delle dita e della lingua.
  • 4. materiale plastico termo del paradenti può essere adattato immergendo in acqua bollente poi essere messi in bocca per modellare. Basta immergerlo in acqua bollente per pochi secondi ed inserirlo in bocca, per ottenere un bite "personalizzato" che si adatta come fosse un'impronta alla dentatura.
  • 5. Contenuto della confezione: 2X guardie notturne dentali

Il miglior bite da comprare online

miglior bite dottor brux

miglior bite dottor brux

 

A detta di molti il miglior bite per il bruxismo da comprare online è Dr. Brux notte, modello superiore trasparente. Ha un prezzo di circa 48 euro. Facile da usare, si riscalda in acqua calda per dargli la forma e poi si indossa.

Compralo su Amazon al miglior prezzo

 

About Author

Leave A Reply