Come prendersi cura del costume da bagno

0

In estate, a dispetto del periodo di vacanze, sono tantissime le cose che dobbiamo curare. Dobbiamo fare attenzione all’alimentazione, alla protezione della pelle e alla programmazione dei viaggi.

C’è un altro aspetto che merita tutta la nostra considerazione: si tratta del costume da bagno, utilizzato in modo continuativo in questo periodo dell’anno.

Dobbiamo imparare a trattarlo bene, soprattutto quando si parla di modelli che non passano mai di moda, come il bikini.

Dobbiamo imparare a trattarlo bene, soprattutto quando si parla di modelli che non passano mai di moda, come il bikini. Ecco perché oggi scopriremo 3 passi per far durare di più i nostri costumi da bagno.

Il primo lavaggio dopo l’acquisto

Il primo lavaggio dopo l’acquisto è sempre il più importante, perché serve per prendere confidenza con il da farsi. Innanzitutto bisogna controllare l’etichetta per capire quali materiali sono stati impiegati: il nylon ad esempio, oppure la fibra lycra.

Ognuno di questi materiali richiede un trattamento particolare: non è detto che possano essere lavati in lavatrice, e bisogna sempre stare attenti a non usare detergenti aggressivi. Anche se è possibile metterli in lavatrice, non è mai il caso di utilizzare la centrifuga in quanto potrebbe rovinarli.

Di solito, è sempre meglio lavarli a freddo e a mano, usando un detergente delicato o un prodotto naturale come l’aceto bianco.

Il lavaggio post mare

Qui emerge la necessità di concentrarsi sull’eliminazione del sale e delle macchie lasciate in dote dalle creme solari.

Anche in questo caso si consiglia di usare un sapone neutro o un detergente molto delicato, in una bacinella ma evitando di lasciarlo in ammollo.

Da evitare assolutamente l’acqua calda, perché potrebbe restringerlo o rovinarlo. Inoltre è il caso di non strofinare la sua superficie, perché le macchie andranno via comunque e senza stress per i tessuti del costume.

Come asciugare il costume?

Mai strizzare il costume: una volta tolto dalla bacinella, va pressato con delicatezza per rimuovere l’acqua.

È proibito l’uso dell’asciugatrice, e si consiglia di non stenderlo mai al sole. Il modo migliore per asciugarlo è sistemarlo su un ripiano, senza appenderlo allo stendino: questo per evitare che possa cambiare forma o perdere elasticità.

È inoltre il caso di ricordare un concetto fondamentale: occorre sempre controllare l’etichetta e i simboli al suo interno, utili anche per comprendere come asciugare il costume nel modo più corretto. Infine, si sconsiglia fortemente l’uso del ferro da stiro, forse il peggior nemico dei costumi da bagno.

Grazie ai consigli visti oggi, sarete in grado di proteggere i vostri costumi e di farli durare più a lungo. In questo modo, non dovranno temere una lunga estate di bagni.

About Author